BIBLIOTECA della Fondazione Don Tonino Bello, Alessano (Le)

BIBLIOTECA della Fondazione Don Tonino Bello, Alessano (Le)

  • Abstract | Fondazione
  • Import,  Adeguamento e Integrazione dei dati

« Il piano terra di Palazzo Calsolaro di Alessano ospita la Biblioteca della “Fondazione don Tonino Bello”. Ad oggi, l’Istituto raccoglie 6.661 unità bibliografiche, interamente destinate alla fruizione pubblica. […]

Le unità provengono principalmente da quattro fondi librari e sono state acquisite dalla Fondazione grazie a diverse donazioni liberali. Il fondo più cospicuo, consistente in 4.674 volumi – sono escluse le doppie copie custodite nel deposito -, è stato donato dallo storico alessanese Antonio Caloro. Trattasi di una prestigiosa raccolta di monografie e periodici incentrati sulla storia pugliese e salentina; libri che Caloro ha raccolto e utilizzato per i suoi saggi e le sue ricerche storiografiche volte alla ricostruzione dei processi sociali, storici e religiosi del Capo di Leuca. Sono anche presenti numerosi testi di letteratura latina, retaggio della passione per la filologia classica del suo proprietario.

A don Francesco Coletta, originario di Acquarica del Capo, risalgono invece 21 unità bibliografiche, edizioni antiche e ricche di legature pregiate, donate alla Fondazione da don Carmine Peluso, suo successore alla guida della parrocchia di Ruggiano. Sono testi di teologia e storia religiosa, tra i quali spiccano i volumi ottocenteschi dell’opera omnia di s. Alfonso Maria De Liguori e la Bibbia in vulgata curata da Luigi Sabetti, stampata in sei tomi a Firenze tra il 1843 e 1844.

L’Istituto conserva inoltre i libri della Biblioteca personale di don Tonino Bello. Attualmente il nucleo della raccolta è composto da 321 unità, tra testi di storia, teologia e letteratura italiana; in futuro si aggiungeranno al fondo gli altri volumi del presule alessanese attualmente custoditi nella casa natale.

A concludere il patrimonio librario sono le unità provenienti dalla “Biblioteca della Casa della Pace” di Molfetta, istituita da don Tonino e da Guglielmo Minervini durante le attività pastorali molfettesi. Il fondo consta di 1645 unità, composto da saggi sulle problematiche sociali moderne, di pedagogia, sul tema della pace e della non-violenza, del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente. […]

La Biblioteca della Fondazione è organizzata in venti scaffali, contraddistinti da un numero romano. Ogni palchetto a sua volta è contrassegnato da una lettera dell’alfabeto disposta dall’alto verso il basso in ordine crescente; le unità, infine, sul palchetto sono ordinate secondo la loro collocazione con un numero arabo progressivo. Le informazioni topografiche sono disposte sia sull’etichetta posta sul dorso di ogni volume, che in matita nel frontespizio.

Ogni unità libraria della Biblioteca, inoltre, è contrassegnata da un numero di inventario impresso ad inchiostro indelebile sull’ultima pagina del testo; numero biunivoco che corrisponde in assoluto all’unità catalografica riportata sull’inventario. Sono stati utilizzati per la timbratura dei volumi due impressioni, in formato medio e minimo. Il primo è stato utilizzato sul frontespizio, recante quindi il nomen e l’emblema dell’ente proprietario, il secondo, composto solo dal nomen, compare nelle pagine intermedie 3, 18, 35: equivalenti alla data di nascita di don Tonino 18 marzo 1935.

I volumi sono organizzati per formato, così come sono stati disposti dalla Fondazione, e divisi nei loro quattro fondi di origine. I titoli, gli autori, le case editrici, insieme ai curatori delle opere e a tutte le altre informazioni catalografiche, sono presenti nell’Inventario Topografico che funge da raccordo d’accesso alle opere. È stato prodotto in formato elettronico sui fogli di lavoro excel e in versione a stampa [pagina html].

L’organizzazione della Biblioteca, consistente in studio, timbratura, segnatura, inventariazione elettronica, zoccolatura in carta ed etichettatura è avvenuta dal 14 gennaio al 12 giugno 2015; mentre il controllo inventario e la correzione finale delle etichette si è conclusa nel mese di settembre dello stesso anno. I lavori di cura sono stati coadiuvati dall’indispensabile aiuto del prof. Antonio Negro e di Rita Calzolaro.

Il curatore, Carlo Vito Morciano »

*  Abstract Fondazione Don Tonino Bello.

DTB Channel | Servizi | [Informazioni Tecniche]

W.I.P.  per l’Importazione e l’Integrazione del foglio dati della BIBLIOTECA di don Tonino Bello con il database e i percorsi di ricerca previsti da DTB Channel | Servizi per la consultazione, lo studio e l’interrogazione pubblica dei titoli della Biblioteca….


Aggiornamento del 12 marzo 2018

— Resoconto Video *:  La Prima Esposizione dei Dati in Elenco Ricerca. Con alcuni esercizi di lettura su un primo campione di dati.

* Video, al momento, non più linkabile e visibile, da ri-pubblicare, per la necessaria sostituzione delle copertine (riguardanti gli Scritti di don Tonino, dal 1982 al 1993, e nella versione [Vol. 1-6] delle Ed. Mezzina, * LV e * LVD, di Molfetta) la cui pubblicazione ci è stata vietata dalla stessa Casa editrice. [Testo Aggiornato il 23-24 marzo 2018]


Aggiornamento del 10 marzo 2018

1.  Dal colloquio telefonico (gradito, oltreché proficuo) che abbiamo avuto, nel pomeriggio, con il curatore della Biblioteca, Carlo Vito Morciano, abbiamo appreso che:

— I dati sono stati inseriti esclusivamente per un servizio di “Inventario Topografico”, e quindi sono solo “dati inventariali” con obiettivi diversi dalla loro sistemazione all’interno di un Data warehouse, necessario quest’ultimo a una corretta consultazione, interrogazione ∼ ricerca e integrazione relazionale dei dati esposti con altri contesti, archivi, raccolte (private o pubbliche ∼ online). Motivo per cui i dati, in origine, non sono stati inseriti “normalizzati”, come è giusto che sia, ogni volta, per un database relazionale.

— Solo “una sistemazione di dati inventariali” – ci ha ancora chiarito il curatore – che un domani potrà/o/dovrà servire, sulla base di già espresse intenzioni della Fondazione, per l’invio dei dati di base agli operatori e alle procedure di integrazione e consultazione del Servizio bibliotecario nazionale.

— Il contatto e il colloquio avuto, quindi, ci conforta, perché, potremo: 1) completare la versione “normalizzata” degli stessi dati (posti cioè “in relazione” e “in tabelle” con dati “coerenti” e “non ridondanti” – una versione (lo ricordiamo) fondamentale per la corretta analisi e interrogazione del dato, per il tipo di esposizioni previste all’interno di questo progetto, per gli standard dei sistemi di interrogazione dei motori di ricerca online ad essi correlati); 2) servirla, quindi, al nostro motore di ricerca, 3) ed eventualmente, in accordo con il curatore e la Fondazione *, metterla a disposizione della stessa Fondazione, per ulteriori progetti (+/- proprietari) eo altri  tipi di collaborazione. 

2.  Box di Raggruppamento e Conteggio dei Titoli dopo applicazione di 3 Split di Derivazione (Raccolta ‘propriamente detta’, Scaffale, Palchetto, [Nostri Campi Chiave per Raggruppamenti Raccolte) su/da il Campo (originale) <Raccolta>…


Aggiornamento del 2 marzo 2018

1.  Premessa al Servizio: Per la Sezione DTB Channel | Servizi | abbiamo previsto l’importazione dei dati della BIBLIOTECA di don Tonino Bello (resi pubblici a suo tempo [2015] dalla Fondazione). A importazione avvenuta, i dati saranno corretti e adeguati per il porting e l’integrazione con il nostro database relazionale. In tal modo la BIBLIOTECA avrà sia una propria modalità di ricerca (esposta come scheda soltanto, durante le fasi di lavoro di integrazione dei dati, alla voce del menu principale DTB CHANNEL | FONDAZIONE DON TONINO BELLO | la Biblioteca) e, come servizio completo,  a lavoro di integrazione ultimato, alla voce del menu principale RICERCA | BIBLIOTECA). Nelle fasi ultime del lavoro di integrazione dei dati con il database di DTB Channel sarà implementata e abilitata l’integrazione dei dati della BIBLIOTECA (per alcuni dei sui campi-attributi) anche con la RICERCA (delle Intestazioni) già prevista (e in fase beta) per l’Antologia degli Scritti e con quella (in fase di programmazione) degli Scritti di don Tonino antecedenti alla nomina di Vescovo e che vanno dal 1954 al 1982, pubblicati da ED INSIEME [1a edizione] nel 2014)* * La IV ristampa [2017] ci è arrivata alcuni giorni fa.  Come sempre <3 Un Omaggio graditissimo! di Renato Brucoli! Tonino Bello – La terra dei miei sogni, Bagliori di luce dagli scritti ugentini


* La Redazione rimane, in ogni momento,  a disposizione della Fondazione per trasmettere i gradi di correzione e di revisione dei dati che fanno riferimento al foglio dati in oggetto.

* Info | redazione@dontoninobello.info


Trascrizione online  | A cura della  Redazione dontoninobello.info


 

Don Tonino Bello | dontoninobello.info

Sistema Informativo & Antologia degli Scritti